Si chiama Square Financial Services ed è la nuova banca lanciato da Jack Dorsey, divenuto famoso nell’ultimo decennio per essere stato il fondatore di Twitter.

Il nuovo istituto di credito farà parte di Square, una fintech dedicata ai pagamenti digitali. L’uomo, il cui patrimonio personale secondo le stime di Forbes ammonta a circa 14 miliardi di dollari, ha annunciato questa svolta attraverso un comunicato ufficiale sul sito di Square.

Questa nuova banca, come spiegato nella nota ufficiale, agirà come sussidiaria indipendente. Il suo core business sarà incentrato sulla concessione di prestiti aziendali e prodotto in deposito. L’obiettivo ultimo è quello di diventare in un paio d’anni il finanziatore principale di tutti i venditori che utilizzano Square in America. 

Di cosa si occuperà Square Financial Services

Amrita Ahuja, direttore finanziaria e presidente esecutiva della fintech, ha spiegato che questo nuovo progetto permetterà all’azienda di operare in modo ancora più efficiente e completo rispetto al passato. Non si ferma inoltre “il lavoro per creare strumenti finanziari al servizio delle persone svantaggiate”. Si, perché alcuni sondaggi condotto all’interno della società hanno evidenziato come i loro prestiti finiscano spesso alle categorie professionali più svantaggiate.

Leggendo i dati infatti si nota come  “il 58% dei prestiti della società va a imprese di proprietà femminile, rispetto al 17% dei prestiti tradizionali, e il 35% dei prestiti tramite Square Capital va a imprese di minoranza, rispetto al 27% dei prestiti tradizionali”. 

Square, il comunicato per l’acquisizione di Tidal

Continua dunque la scalata di Dorsey nel mondo dei pagamenti digitali. L’imprenditore infatti ha dimostrato di credere fortemente nel fintech, come testimonia anche il suo investimento su Satispay dei mesi scorsi. Ma questa, non è la sola mossa di mercato operata da Square nelle ultime settimane.

La società infatti ha annunciato di recente che intende acquistare le quote di maggioranza di Tidal. Si tratta di un servizio di streaming musicale fondato dal celebre rapper Jay-Z. Square pagherà in tutto una cifra vicina ai 297 milioni di dollari per la sua acquisizione. L’azienda ha inoltre specificato che Tidal resterà comunque indipendente rispetto a Square.

La società di Dorsey ha presentato questo nuovo investimento come un’opportunità per entrambi le parti in causa. Tidal beneficerà sicuramente dei capitali che la fintech può mettergli a disposizione. Dal canto suo Square, come dichiarato in un comunicato ufficiale, ha spiegato che lo scopo sarà quello di mettere al servizio della piattaforma la loro esperienza nel settore finanziario.

Dorsey mette all’asta il primo tweet della storia

Ma questo non è l’unico motivo per cui negli ultimi giorni, Dorsey è finito sotto i riflettori. L’uomo ha infatti deciso di mettere all’asta il primo tweet della piattaforma.

Leggi anche: Tecnofinanza, la rivoluzione che spodesterà il Bitcoin

Sarà venduto come fosse un NFT, e diventerà dunque un bene immateriale certificato mediante il sistema blockchain. Dorsey avea pubblicato il suo primo tweet nel suo 2016. Conteneva una sola frase: “Sto impostando il mio twttr ( questo infatti il nome che aveva all’epoca il social media).

L’asta è iniziata ufficialmente il 6 Marzo ed è ancora in corso. Sono bastate inoltre pochissime ore affinché superasse la cifra di un milione di dollari.