Generali ha presentato un’offerta per acquisire gli asset della compagnia assicurativa Aviva in Polonia. La notizia era nell’aria già da qualche settimana, ed è diventata ufficiale nella data del 22 Marzo, quando la compagnia ha presentato formalmente una manifestazione di interesse.

Si tratta di un’operazione economica molto importante quella portata avanti da Generali. L’investimento complessivo per l’acquisizione, si aggira infatti intorno ai due miliardi di euro. A questa somma, vanno inoltre aggiunti i contributi derivanti da due accordi di bancassurance.

Generali dunque ha deciso di completare la sua strategia di consolidamento globale puntando in primo luogo sul vecchio continente e l’est Europa. 

Generali presenta offerta per Aviva in Polonia, le dichiarazioni del Ceo Dornet

D’altronde, già nei mesi scorsi le dichiarazioni del Ceo Philippe Dornet puntavano in questa direzione. Più di una volta infatti l’uomo ha definito la Polonia come uno dei mercati chiave su cui investire per certificare ulteriormente lo status della compagnia e la sua crescita.

E Generali non sarebbe stata la sola inoltre interessata ad acquisire gli asset di Aviva nella nazione. Alcune settimane fa infatti, l’agenzia Reuters rivelava come anche Allianz avesse mostrato un interesse molto concreto in merito. Aviva in Polonia è attualmente la settimana compagnia assicurativa e gestisce una delle reti più grandi di intermediari in termini numerici. 

L’importanza strategica del mercato assicurativo in Polonia

Oltre a questo, la compagnia ha anche all’attivo due partnership molto importanti di banacassicurazione con Santander e ING. Generali detiene attualmente in Polonia una quota del mercato Vita pari a circa il 4,2 per cento e il 4,8 per cento nel ramo danni. L’entrata nel mercato assicurativo nella nazione è iniziata nel 2013. Ma non sarebbe l’unica mossa strategica messa in cantiere da Generali, che secondo quanto rivela il quotidiano di Confindustria, sta ragionando anche su un’altra possibilità.

La compagnia infatti avrebbe intenzione di rilevare anche il controllo della compagnia assicurativa RESO-Garantia. Si tratta di una delle principali compagnia assicurativa presenti in Russia, con base operativa nella capitale Mosca. 

Generali, il nuovo piano di investimenti per sostenere l’economia europea

E l’offerta per Aviva, non è l’unico investimento importante compiuto da Generali in queste settimane. La compagnia ha infatti appena varato un nuovo piano denominato Fenice 190.

Si tratta di una stanziamento di fondi pari a circa 3,5 miliardi e mezzo con lo scopo di sostenere il rilancio dell’economia del Vecchio Continente, duramente provata dalla pandemia ancora in corso. L’iniziativa è stata presentata ufficialmente lo scorso dicembre, in occasione dell’anniversario dei 190 anni della compagnia.

Il piano di investimento presentato, avrà una durata quinquennale. Nella nota pubblicata da Generali per presentare il progetto, il colosso assicurativa spiega come l’interesse primarie sia quello di offrire un supporto concreto a tutte le piccole e medie imprese europee. Inoltre, si legge sempre nel comunicato, verranno nei prossimi anni stanziati altri 500 milioni di euro da destinare a progetti incentrati sulla crescita sostenibile. 

Leggi anche: La “creazione” di moneta da parte delle banche

In questi caso, lo scopo sarà quello di accompagnare le imprese in questa nuova fase di digitalizzazione delle infrastrutture. La pandemia ha infatti accelerato un cambiamento ormai inevitabile, ma che stava procedendo, in particolar modo in Italia, in modo più lento rispetto alle previsioni di alcuni anni fa.