Il 2020 è stato un anno indimenticabile per Netflix, la piattaforma di streaming video divenuta ormai un vera e propria icona nel settore dei media.

Diversi infatti, i successi ottenuti nell’anno appena trascorso. Gli abbonati hanno toccato quota duecento milioni e il fatturato rispetto al 2019, è aumentato del 78 per cento. Risultati che hanno portato Netflix ad essere l’azienda che più ha beneficiato in termini economici del lockdown.

Un exploit che è stato celebrato e spiegato dalla piattaforma nella lettera annuale agli azionisti. 

Netflix, la lettera agli azionisti

Nel documento viene in primo luogo premesso quanto il 2020 sia stato  “un anno incredibilmente difficile e incerto, che ha causato ingenti perdite per tantissime famiglie e innescato nuove restrizioni che nessuno di noi aveva mai affrontato”.

Netflix ha però rivendicato come, nonostante le difficoltà create dalla pandemia di coronavirus che ha investito il mondo, l’azienda sia comunque riuscita “a fornire, in tempi così difficili, una fonte di fuga, connessione e gioia per tutti i nostri abbonati”.

Ma non solo, perché nell’ultimo trimestre dello scorso anno, Netflix ha dato un annuncio storico. 

Netflix, arriva l’annuncio: stop ai prestiti esterni

La società ha infatti dichiarato che non raccoglierà più prestiti esterni per finanziarsi. Una notizia che ha lasciato perplessi molti addetti ai lavori. D’altronde parliamo di un’azienda che aveva fatto un largo uso del debito per espandersi, accumulando un passivo compreso tra i dieci e i quindici miliardi di dollari.

Oltretutto, Netflix ha anche comunicato che il denaro in eccesso sarà distribuito agli azioni mediante la formula del riacquisto delle azioni. Una mossa che l’azienda aveva già fatto in passato. 

Netflix, i complimenti al competitor Disney

Arriva anche, nella lettera per gli azionisti, un inaspettato complimento a uno dei principali competitor nel settore dell’intrattenimento.

Leggi anche: La crisi di Governo e i rischi per il Recovery Plan

Parliamo di Disney, che al suo primo anno di vita, è riuscita a raggiungere l’incredibile cifra di ottantasette milioni di abbonati. Un’ascesa stupefacente, che al momento però non sembra minimamente intaccare la crescita di Netflix nel settore. D’altronde, gli azionisti continuano a dimostrare un enorme fiducia verso l’azienda. D’altronde, nel pre-market si prevede un rialzo in borsa per il titolo pari al 13 per cento. L’ascesa di Netflix a leader mondiale dello streaming, sembra appena iniziata.