Il designer e imprenditore automobilistico Henrik Fisker è stato tra i primi a prendere di mira il mercato emergente delle auto elettriche, solo per vedere il suo sforzo iniziale crollare dopo che la “Grande Recessione” ha spinto l’industria automobilistica in basso.

Fiscker versus Tesla

Ora, Fisker è pronto a riprovare prendendo di mira direttamente il suo rivale originale, Tesla. La sua ultima start-up ha annunciato l’intenzione di costruire e commercializzare un SUV elettrico a batteria “conveniente” per sfidare la nuova Tesla Model Y. Ma l’ex designer deve affrontare una serie di ostacoli, tra cui la resurrezione della sua impresa originale, Fisker Automotive, ora ribattezzato Karma.

Fisker Inc. la scorsa settimana ha rilasciato un’immagine teaser del suo nuovo SUV elettrico e, in un’intervista esclusiva, il fondatore e CEO dell’azienda ha affermato che è in corso la ricerca di una fabbrica che possa metterlo in produzione entro la seconda metà del 2021. Otto stati sono in corsa , secondo Fisker, e spera di scegliere un sito entro 8-10 settimane.

 

Designer Aston Martin

Il veterano automobilistico di 55 anni si è fatto un nome come designer, il suo sforzo più famoso è stato l’Aston Martin DB9. Nel 2005, ha deciso di formare la sua società, Fisker Coachbuild, con la nuova idea di prendere le auto di lusso esistenti, staccare le loro pelli di lamiera e sostituirle con nuovi corpi unici.

A differenza di Tesla, Fisker Automotive si è concentrato su un ibrido plug-in altamente stilizzato, piuttosto che su un puro veicolo elettrico a batteria. Il fondatore dell’azienda era scettico sulla portata e sul costo della tecnologia delle batterie disponibile all’epoca. Dopo numerosi ritardi, la Fisker Karma è stata messa in vendita nell’ottobre 2011, ma una serie di battute d’arresto ha paralizzato il progetto. Lo stesso Fisker si è dimesso nel marzo 2013 e la società è fallita poco dopo. Le sue attività sono state acquistate dal produttore cinese di componenti per auto Wanxiang nel settembre 2015 per 149,2 milioni di dollari.

 

Il ritorno

Tre anni fa, il danese Fisker è riemerso. Questa volta, stava reclamizzando un altro design altamente esotico chiamato EMotion. Destinato a indirizzare più direttamente la Tesla Model S, è passato anche dal plug-in alla pura alimentazione a batteria. Ma quel progetto è stato messo nel dimenticatoio, ha detto Fisker alla CNBC la scorsa settimana.

“Abbiamo deciso di tornare indietro per concentrarci su questo progetto,” un SUV più tradizionale “che andrà per meno soldi ma che dovrebbe generare maggiori entrate”, ha detto.

L’immagine teaser non mostra molto oltre il muso del veicolo, che sarà indirizzato al nuovo modello Y di Tesla. I due veicoli condividono almeno alcune caratteristiche chiave. Nessuno dei due utilizza una griglia convenzionale, poiché c’è meno bisogno di aria sotto il cofano quando non si utilizza un motore a combustione interna. Entrambi fanno affidamento su “architetti” simili a skateboard, con i loro motori e le batterie montati sotto le assi del pavimento.

 

Nuove batterie

Come la Model Y, l’ingresso di Fisker sarà alimentato da batterie agli ioni di litio, ma invece di offrire agli acquirenti una scelta di pacchi di diverse dimensioni, ce ne sarà solo uno. Con 80 kilowattora di stoccaggio, afferma Fisker, produrrà quasi 300 miglia di raggio.

A differenza della Model Y, che sarà offerta in quattro versioni – modelli a lungo raggio, ad alte prestazioni, a trazione integrale e base – Fisker mira a combinare queste caratteristiche in un unico pacchetto. Non solo questo corrisponde alla versione più lunga del SUV Tesla, ma la Fisker sarà dotata di due motori, uno per ogni asse. I numeri sulle prestazioni non sono stati rilasciati, ma Fisker ha accennato a cifre vicine a quelle del modello Y più veloce, che raggiungerà i 60 mph in soli 3,5 secondi.

 

Batterie ceramiche

Il nuovo SUV di Fisker utilizzerà i tradizionali ioni di litio, ma potrebbe essere passato successivamente alle nuove batterie, una forma di tecnologia agli ioni di litio che sostituisce la chimica gelatinosa all’interno di ogni cella con una struttura in ceramica. Alcuni esperti ritengono che le batterie allo stato solido diventeranno la norma entro la fine del prossimo decennio, in parte perché dovrebbero essere più leggere, più potenti, più economiche e più veloci da caricare e non saranno infiammabili come le batterie al litio di oggi.

La società ha creato un proprio laboratorio di batterie e Fisker è abbastanza fiducioso sulla tecnologia da credere che sarà disponibile quando la più grande e costosa berlina EMotion sarà ora prevista per il lancio un anno dopo il SUV di prezzo mainstream.

Alla luce dello spettacolare crollo di Fisker Automotive, la nuova impresa dell’ex designer ha sollevato un certo scetticismo. Stephanie Brinley, principale analista automobilistica di IHS Markit, è una di loro.

“Quello che sta accadendo al più ampio mercato dei veicoli elettrici è che i giocatori tradizionali (automobilistici) stanno diventando forti e allo stesso tempo molti nuovi giocatori vogliono entrare nello spazio”, ha detto. “Ciò significa che diventerà molto affollato molto rapidamente. I nuovi concorrenti, Tesla in particolare, hanno dominato finora, ma le cose potrebbero cambiare “.