Immaginiamo un navigatore che anziché fornirci indicazioni stradali ci fornisce informazioni suoi luoghi di interesse limitrofi. Il navigatore che fa da guida turistica esiste e si chiama Loquis.

 

Cos’è Loquis

Un navigatore che non fornisce indicazioni stradali, ma informazioni sui luoghi che ci circondano: questo è Loquis, un’app gratuita disponibile per dispositivi Android e iOS. “Far parlare il mondo” è l’obiettivo di un progetto tutto italiano che mira a dar voce ai territori che attraversiamo.

Come anticipato, le storie e gli aneddoti racchiusi nell’app sono fruibili sotto forma di brevi podcast geolocalizzati. Raccontano una storia legata a una via di una città, a un monumento, un locale o altro, storie che è possibile ascoltare o raccontare personalmente grazie all’anima social dell’applicazione.

 

Come funziona

«Qui alla Bocca della Verità, Gregory Peck, protagonista insieme a Audrey Hepburn del celebre film Vacanze Romane, infila la mano nella fessura, facendo finta di averla persa e nascondendola nella giacca». Una scena improvvisata, la reazione della Hepburn mentre grida e cerca di aiutare l’attore è infatti del tutto reale.

Questo è un esempio delle informazioni che potrebbe fornire Loquis ad un turista che si ferma davanti alla bocca della Verità a Roma.

 

Rivivere il passato

«Il futuro è rappresentato dall’audio quale nuova frontiera digitale. Con Loquis ci siamo dati l’obiettivo ambizioso di anticiparlo in Italia, partendo da Roma per raccontare il mondo», spiega Bruno Pellegrini, direttore della società GeoRadio che ha realizzato l’app e fondatore di OffSide, TheBlogTV, BabelTV, Userfarm.

Mentre ci spostiamo da piazza Venezia verso il mercato di Ostiense, Loquis snocciola curiosità, coprattutto cinematografiche, su tutti i principali punti d’interesse che incontriamo. È come rivivere i set dei più importanti film girati a Roma.

 

Recuperare il tempo

«Vogliamo recuperare e restituire le storie dei luoghi che attraversiamo, spesso ignari di quanto hanno da raccontare. Per conoscere ciò che rende unico il mondo dove viviamo», continua Pellegrini.

Loquis è attiva in tutta Italia, in particolare sulla città di Roma ha attivato due nuovi canali tematici: Contemporaneamente Roma, permette di seguire le attività della manifestazione in programma fino al 21 dicembre e Biblioteche di Roma, per essere sempre aggiornati sulle attività delle 39 biblioteche comunali.

Infine Loquis permette di creare contenuti audiogeolocalizzati e condividerli con altri pubblicandoli sul proprio canale personale o nel wall aperto. Qui resteranno online per 24 ore, dando la possibilità a chi lo vorrà di vivere il territorio attraverso le descrizioni e le esperienze di chi lo abita, lo frequenta e lo conosce.

 

Come funziona: le basi

Una volta scaricata e avviata, Loquis legge la propria posizione e cerca di conseguenza le storie e i racconti sui luoghi vicini, presentati nell’omonima vetrina della schermata principale. A corredo, ci sono tante altre sezioni slegate dalla posizione, che consentono di accedere a tanti altri contenuti di tendenza o legati ai canali seguiti e non.

Il tutto viene presentato per mezzo di un’interfaccia semplice ma curata; mette subito a proprio agio l’utente che si trova di fronte a una serie di storie da scoprire con un click.

Basta infatti toccare un contenuto affinché Loquis avvii la riproduzione audio, posta all’interno di una scheda con altre informazioni utili a corredo, compreso un link per ottenere le indicazioni per raggiungere il luogo relativo.