Concorsi, invio di curriculum, prove selettive e colloqui formativi? Macché: ormai viviamo nell’epoca del “talent”. Sì, per sfondare nella vita ormai ci si affida ai talent show, che tanto vanno di moda in televisione e che coinvolgono speranze, illusioni e disillusioni di milioni di ragazzi e relative famiglie. Ma non basta: ora i talent si usano anche per scegliere i futuri dipendenti e dirigenti d’azienda. Antesignani di questo percorso in Italia sono i vertici di Adecco, che hanno già organizzato sei edizioni di “CEO for One Month”, nato con l’obiettivo di individuare i migliori giovani talenti a livello nazionale ed internazionale ed offrire loro la possibilità di affiancare per un mese gli Amministratori Delegati di “The Adecco Group” nei rispettivi 47 Paesi.

Il “talent program” di Adecco

L’idea è illuminante. L’azienda offre l’opportunità di affiancare per un mese Andrea Malacrida, l’Amministratore Delegato, lavorando sul campo e osservando come si delineano le strategie di business. Come si prendono decisioni, come ci si interfaccia con i capi dipartimento e con i clienti, seguendolo anche in visita dai clienti e in trasferta. Dopo l’intenso processo di selezione, ricalibrato in maniera 100% digitale, tra test psicometrici, colloqui telefonici, videointerviste, assessment di gruppo, sfide individuali e avvincenti lavori di squadra, Anna Fagotto è stata nominata CEO for One Month 2020. Classe 1997, Anna, originaria di Bibione, in provincia di Venezia, è stata scelta tra le oltre 11.600 candidature pervenute nel 2020 e lo scorso mese di luglio, di fatto, è stata una dirigente Adecco.

La storia di Anna Fagotto

A lei è stato assegnato un contratto a tempo determinato di 30 giorni con uno stipendio da top manager. Anna Fagotto, vincendo il talent si è aggiudicata anche un assegno da 15 mila euro da spendere in formazione. Il curriculum della “talent-dirigente”, tra l’altro, è di tutto rispetto: ha studiato e lavorato in Australia, Albania, Germania e Spagna. Inoltre, ha conseguito una laurea triennale in Ingegneria Gestionale, presso il Politecnico di Milano, e un Master of Science in International Management, presso la Esade Business School di Barcellona. “Il concetto chiave per eccellere in ambito business ed essere bravi manager – ha detto Anna Fagotto in un’intervista rilasciata al periodico today.it – è la comunicazione. Alla base di una comunicazione efficace c’è sempre una relazione ben costruita: per essere bravi comunicatori bisogna stabilire una forte rete di relazione, e per costruire relazioni efficaci è fondamentale imparare ad ascoltare”.

Un successo certificato

Il successo di “Ceo for One Month” è certificato, come sempre, dai numeri. I risultati di un’indagine condotta tra i 100 migliori performer delle prime sei edizioni confermano la bontà del progetto. L’80% ha un impiego, il 70% lo ha trovato entro i sei mesi dalla fine del programma. Inoltre, il 40% degli intervistati dichiara di avere una retribuzione lorda annua tra i 30 e i 50 mila euro. Intanto, sono già aperte le selezioni in vista della settima edizione del concorso. Per prendervi parte, è possibile inviare la candidatura sul sito “adeccogroup.it” attraverso la pagina CeoforOnemonth entro il prossimo 19 marzo. Da quel momento partirà il processo di valutazione, che andrà avanti, integrando sinergicamente test online e offline. Fino al 28 maggio, giorno della proclamazione del nuovo CEO for One Month Italia.