L’incredibile caso della start up cilena Not Company ovvero NotCo risponde ad una delle crescenti sfide relative alle alternative vegane ai cibi di derivazione animale.

Come ricreare il sapore dei cibi di origine animale proponendo alternative vegane? Ovviamente con l’ausilio dell’intelligenza artificiale. 

LEGGI ANCHE Era Digitale, come cambia il ruolo del Manager

NotCo, la startup cilena di foodtech

NotCo, la startup cilena famosa per la sua maionese vegana, ha annunciato che collaborerà con la catena di supermercati brasiliana, Grupo Pão de Açúcar (GPA). 

La startup cilena foodtech sostenuta finanziariamente da Jeff Bezos mira a stringere nuove partnership di distribuzione commerciale e ad avventurarsi in mercati sempre più grandi, come il Brasile.

NotCo è la start up famosa per l’utilizzo dell’intelligenza artificiale per ricreare carne e prodotti caseari con alternative vegane.

Nel tempo, è diventata particolarmente nota per la sua maionese vegana fatta di ceci.

Altri prodotti disponibili in circa 1.000 store di alimentari includono Not Milk e Not Ice Cream.

La popolarità di questi prodotti sta decretando la crescita della start up cilena sul mercato.

Ci aspettiamo di raggiungere una quota di mercato a due cifre in queste tre categorie di prodotti nei prossimi tre anni“, ha dichiarato Mathias Muchnick, CEO e co-fondatore di NotCo.

Deteniamo già il 10 percento della quota di mercato“.

 

 

La start up cilena NotCo punta sul Brasile

Lo scorso marzo, il gruppo ha raccolto oltre 30 milioni di dollari da Bezos Expeditions, di proprietà del CEO di Amazon Jeff Bezos. Gran parte di questi fondi ha reso possibile la collaborazione tra NotCo e GPA.

Nel medio-lungo termine, la start-up cilena prevede che un giorno il Brasile possa diventare il suo principale consumatore di prodotti vegani.

Una grande parte di questo investimento sta andando in Brasile“, ha dichiarato Muchnick, che ha fondato la società nel marzo 2017 con Karim Pichara e Pablo Zamora.

Puntiamo sul Brasile affinchè diventi il nostro più grande mercato entro 12 mesi.”

Per il momento, NotCo spedirà i suoi prodotti dal Cile al Brasile fino a quando non aprirà degli stabilimenti produttivi.

Secondo una nota della stessa start up cilena, la società alimentare punta a produrre localmente i prodotti entro 3-4 mesi senza fondare alcuno stabilimento produttivo.

La strategia non è mai quella di costruire una fabbrica“, ha dichiarato Muchnick.

Qui abbiamo trovato diversi partner per fare produrre i nostri prodotti a livello locale”.

Jeff Bezos ha investito sulla start up cilena NotCo

La start-up cilena The Not Company (“NotCo”) ha recentemente raccolto $ 30 milioni da diversi fondi, inclusi i fondi di investimento controllati dal fondatore di Amazon Jeff Bezos.

La start up cilena è stata fondata nel 2015 dall’ingegnere biotecnologico Matías Muchnick, dal biochimico Pablo Zamora e dallo scienziato informatico Karim Pichara.

I prodotti vegani a marchio NotCo sono realizzati con l’ausilio di “Giuseppe“, una piattaforma di intelligenza artificiale che identifica le proteine ​​vegetali che possono “imitare” per consistenza e sapore i prodotti animali.

NotCo si pone come mission quella di competere con i colossi della produzione alimentare tradizionale.

Tecnologia alimentare, intelligenza artificiale delle macchine e ingredienti di origine vegetale si combinano in modo efficiente per produrre fonti proteiche di origine non animale, sottolinea Elio Leoni Sceti, co-fondatore di The Craftory, un fondo che ha finanziato il progetto NotCo.

“Siamo entusiasti di lavorare con Matías e il team NotCo”.

Attualmente, la start up cilena distribuisce il suo prodotto di punta, Not Mayo a base di ceci, in oltre 1.000 stores cileni.

Inoltre, prevede di utilizzare l’attuale round di finanziamento per sviluppare nuovi prodotti (come gelato vegano, yogurt e latte) e di espandere i canali di distribuzione in Messico e negli Stati Uniti entro la fine dell’anno.

I prodotti NotCo sono presenti sugli scaffali del colosso statunitense Walmart

La startup cilena The Not Company ha lanciato una linea di prodotti vegani, che sono presenti nell’assortimento del colosso statunitense Walmart.

Il prodotto più commercializzato è una maionese senza uova, la Not Mayo a base di ceci, acqua e sale, che è attualmente disponibile in alcuni paesi del Sud America.

Not Mayo” è una maionese dal gusto e dalla consistenza incredibilmente simile alla versione standard, composta solo da ingredienti che includono basilico, piselli, patate e olio di canola, anziché uova, e olio vegetale.

Vogliamo cambiare il modo in cui produciamo il cibo che amiamo“, ha dichiarato Matias Muchnick, CEO di Not Company, “piuttosto che cambiare il cibo che amiamo”.

La società, che è attualmente il terzo produttore di maionese del Cile, distribuirà ben presto anche Not Yoghurt, Not Milk e Not Cheese.

Siamo un’azienda tecnologica, non un’azienda alimentare. Vogliamo sviluppare prodotti per altre società“, ha affermato Muchnick.

Il 92% di coloro che consumano la nostra maionese non è vegetariano. Le persone non si rendono nemmeno conto della differenza.”

E perché sostituire la carne con i vegetali?

L’industria zootecnica è la causa principale dei problemi ambientali“, sostiene Muchnick.

Si “deve impegnare una quantità enorme di risorse come terra, acqua ed energia per produrre un chilo di carne”.

La crescita esplosiva del business della “carne vegana” affascina anche celebrità del calibro di Bill Gates e di Leonardo Di Caprio.