Immobiliare.it, capacità di “leggere” il mercato e intuizione verso startup vincenti

Un mercato in forte espansione, investimenti mirati e un progetto di sostegno alle startup nel solco della “open innovation”. Tutto questo – e ancora molto di più – è il mondo e la strategia d’azione di immobiliare.it.

L’Aggregatore di annunci web sugli immobili più popolare e visitato in Italia, frutto di una idea vincente, ormai nel lontano 2007, di Andrea Piccioni, Carlo Giordano e Silvio Pagliani. Sono i numeri che certificano il successo del portale: oltre 55 milioni di visite mensili, più di 1 milione e 200 mila annunci pubblicati sul sito, 20 mila agenzie immobiliari che utilizzano il servizio (dati forniti da www.immobiliare.it). 

Chi si ferma è perduto

L’universo fondato e sviluppato dai tre imprenditori è molto più ampio e ricercato. Come si suol dire? Chi si ferma è perduto. Insomma, bisogna sapere cavalcare l’onda ed interpretare ciò che il mercato richiede.

Ed ecco quindi gli investimenti vincenti in startup nazionali ed internazionali che hanno come obiettivo la fornitura di servizi specifici agli utenti. La parabola ha avuto inizio subito dopo la nascita di immobiliare.it.

Nel 2008 l’idea era indirizzarsi verso un portale che erogasse la comparazione di prodotti finanziari. Troppo generico, almeno, inizialmente. Ecco dunque l’intuizione: perché non permettere all’utenza di verificare prezzi e vantaggi delle varie assicurazioni? E con l’aiuto di un altro imprenditore illuminato, quell’Alberto Genovese “guru” di eBay, ecco prendere forma assicurazione.it. Alzi la mano chi non lo conosce o non ci ha navigato almeno una volta. La sua naturale evoluzione, infatti, l’ha portato a trasformasi in facile.it.

Dall’assicurazione auto ai mutui online, dalle tariffe gas e luce a quelle telefoniche: il business in poco tempo è diventato globale ed oggi oltre 1 milione e mezzo di persone hanno concluso contratti grazie al portale. Ma non è finita qui: la tappa successiva, nel 2013, è stata la nascita di dottori.it, piattaforma che mette in contatto pazienti e specialisti, ultima società sviluppata da zero da parte del gruppo, mutuando un modello già popolare negli Usa. E poi?

Immobiliare.it, le partecipazioni

Ecco dunque le partecipazioni in altri progetti di successo, come il sito prontopro.it, business incentrato sull’intermediazione tra privati e professionisti (idraulici, elettricisti, ecc.), mentre due anni fa è stato chiuso l’accordo con housinganywhere.com, società olandese specializzata in affitti di medio periodo per studenti e lavoratori fuori sede.

E come dimenticare uala.it, dedicato alla ricerca del migliore parrucchiere e salone di bellezza anche in base alle tariffe? A questo punto la domanda sorge spontanea:

Qual’è il segreto di questo successo?

Cerca di spiegarlo Silvio Pagliani, che dal sito StartupItalia.eu dichiara:

“Seguiamo logiche in gran parte diverse da quelle classiche, perché per nostra natura non riusciamo a finanziare una società senza essere coinvolti nella stessa”. Il che significa supporto per lo sviluppo tecnologico e la crescita della startup, con il fine ultimo di consolidare la posizione di leader del mercato nei paesi di riferimento ma secondo una logica di crescita collettiva. “Tutto il gruppo oggi opera in un’ottica di open innovation, con i vari team che si scambiano conoscenze ed esperienze in modo da arricchirsi a vicenda e permettere a tutte le aziende di mantenere uno standard, soprattutto tecnologico, elevato. Questa strategia poi si applica a tutti i reparti dell’azienda, dal marketing alla comunicazione, fino alla gestione commerciale e finanziaria, in modo che tutte le competenze e le esperienze vengono condivise”.

Una strategia vincente che però, secondo noi, si traduce perfettamente nello slogan che campeggia sul sito di prontopro.it: “Troviamo il professionista che stai cercando. Confronta preventivi in poche ore, gratis e senza impegno”.

Facile, intuitivo, veloce e soprattutto, nella prima fase, gratuito: ecco le chiavi del successo decretate dal mercato.