L’imprenditore Rashid Al Ghurair ha promesso di dare un nuovo “volto” a Dubai rendendola innovativa e capace di creare soluzioni per il futuro, nel pieno rispetto dell’ambiente.

Rashid Al Ghurair promette: “A Dubai arriveranno i droni a piantare un milione di alberi di Ghaf”

La start-up tecnologica di Dubai, Cafu, utilizzerà droni su misura per piantare un milione di alberi di Ghaf negli Emirati Arabi Uniti, nel tentativo di combattere i cambiamenti climatici.

Nel mese di dicembre 2019, la società ha condotto un progetto “pilota” avente come oggetto una piantagione di 4.000 semi a Sharjah.

Il fondatore e CEO di Cafu Rashid Al Ghurair ha affermato che il progetto ha tratto ispirazione dall’enorme impatto degli incendi in Australia.

Quando ho visto per la prima volta l’impatto devastante degli incendi, mi chiedevo se ci fossero modi per sfruttare la nostra tecnologia per affrontare questo problema. Con il cambiamento climatico già in atto abbiamo la responsabilità di fornire utili soluzioni”, ha detto il CEO di Cafu.

Sfruttando le nostre capacità tecnologiche e riunendo le competenze di tutte le risorse umane della nostra startup, siamo orgogliosi di lanciare questa iniziativa. Saremo in grado di ridurre i livelli di anidride carbonica dal nostro ambiente diretto”, ha aggiunto l’imprenditore Rashid Al Ghurair.

Albero di Ghaf: l’emblema di Dubai e degli Emirati Arabi Uniti

Prosopis cineraria, noto come ghaf, jammi, shami o khejri, è un albero in fiore della fabaceae, la famiglia dei piselli.

Si tratta di un arbusto sempreverde che richiede pochissima acqua per sopravvivere. In grado di assorbire fino a 34,65 kg di anidride carbonica per albero all’anno.. Solo un seme su 5.000 in realtà germoglia, gli altri semi vengono mangiati dagli insetti.

Grazie alla germogliazione questo arbusto aiuta a combattere la desertificazione, mantenendo intatti gli ecosistemi.

L’albero di Ghaf è originario di Dubai e della regione. L’obiettivo di piantare un milione di alberi mira a dare un nuovo volto alla lussuosa città e agli Emirati Arabi Uniti.

Ciò riflette la filosofia di Dubai di essere innovativa e di trovare soluzioni per le generazioni future.

L’albero di Ghaf, l’emblema degli Emirati Arabi Uniti, è in grado di sopravvivere nelle difficili condizioni climatiche della regione. Le sue radici sono anche in grado di penetrare nel terreno fino a 80 metri di profondità.

Nel 2008, è stato dichiarato l’albero nazionale degli Emirati Arabi Uniti non solo per la sua capacità di mantenere gli ecosistemi del deserto, ma anche per i suoi numerosi usi culturali.

Alberi di Ghaf nel deserto

Alberi di Ghaf nel deserto

LEGGI ANCHE Musk: missione su Marte entro il 2050

Le proprietà medicinali del Ghaf

I suoi baccelli ricordano quelli dei piselli e anche la stessa corteccia viene macinata per produrre farina.

Oltre ad essere un ottimo cibo, l’albero di Ghaf è anche un buon combustibile, colorante e medicinale in grado di curare e combattere i reumatismi.

L’albero di Ghaf è utilizzato anche come mezzo di sostentamento per gli esseri umani e il bestiame, venendo ad incrementare anche il livello di ossigeno e riducendo la polvere del deserto.

Il fiore di Ghaf può essere usato per prevenire gli aborti spontanei e l’estratto dallo stelo vanta ottime proprietà antinfiammatorie.

La corteccia dell’albero veniva anche tradizionalmente usata per trattare bronchite, asma, leucoderma e tremori muscolari.

Mohammad Al Awadi, direttore del dipartimento dei parchi pubblici e dell’orticoltura del Comune, ha dichiarato che gli alberi di Ghaf si moltiplicano rapidamente e presentano numerosi vantaggi.

Dal 2014 il Comune gestisce 5.972 alberi di ghaf, situati negli 11 distretti urbani di Dubai, che erano tra i 10.000 alberi che avevamo elencato all’inizio del progetto“, ha sottolineato Al Awadi.

Cafu: la start up di Dubai

Cafu è una start up lanciata nel 2018 come primo servizio di consegna di combustibile per auto, moto e proprietari di barche in Ajman, Dubai e Sharjah.

Di recente ha annunciato l’apertura di un nuovo centro di ricerca e sviluppo nell’hub di Sharjah.

L’imprenditore Rashid Al Ghurair sta sfruttando la sua vasta esperienza nel settore del petrolio e del gas per rendere la vita più “smart” agli automobilisti negli Emirati Arabi Uniti.

L’obiettivo di Cafu è quello di offrire un’app efficiente per soddisfare la domanda di carburante in tutta la regione.

La mia esperienza lavorativa, insieme al mio interesse per la tecnologia e le soluzioni innovative, ha stimolato l’idea di creare questo servizio per rendere molto più facile la vita delle persone negli Emirati Arabi Uniti”, sottolinea lo stesso Founder e CEO di Cafu.

Rashid Al Ghurair - CEO di Cafu - Dubai

Rashid Al Ghurair – CEO di Cafu – Dubai