Dopo 21 anni al vertice di Alphabet Google i due fondatori dicono addio al Board per “semplificare una volta per tutte la struttura di gestione del management aziendale”.

Larry Page si è dimesso da CEO della capogruppo Alphabet e Sergej Brin da direttore generale, promuovendo Sundar Pichai attuale amministratore delegato della controllata – e pilastro del gruppo – Google.

Pichai, a seguito del cambio ai vertici, diventerà il CEO dell’intera compagine aziendale e la figura del Direttore Generale verrà eliminata per snellire la struttura organizzativa.

Alphabet Google: l’abbandono definitivo di Page e Brin

Come riporta il New York Times è la «fine di un’era» per la storia del colosso digitale Alphabet Google. Dopo ventuno anni i due Founders Page e Brin hanno deciso di dimettersi da amministratore delegato e da direttore generale di Alphabet. Rimarranno comunque nel consiglio di amministrazione.

Il CEO di Google Sundar Pichai assumerà anche il ruolo di CEO di Alphabet.

Alphabet è stata creata nel 2015 come unità del piano di ristrutturazione aziendale di Google, che Mr Page e Brin hanno fondato in un garage della California nel lontano 1998.

La società madre aveva lo scopo di rendere le attività del gigante della tecnologia “più responsabili” e di diversificare le attività dal “core business” ad altri settori.

Chi è Sundar Pichai?

Il Signor Pichai? Non c’era persona migliore” per guidare la società nel futuro.

I co-fondatori, entrambi di 46 anni, hanno annunciato di voler “snellire” la gestione quotidiana aziendale.

Il 47enne Sundar Pichai è nato in India, dove ha studiato ingegneria metallurgica. Ha proseguito gli studi negli Stati Uniti presso la Stanford University e la University of Pennsylvania prima di entrare in Google nel 2004.

In una recente intervista Sundar Pichai ha affermato di essere “entusiasta” della transizione e di rendere omaggio a Mr Page e Mr Brin.

I fondatori hanno dato a tutti noi un’incredibile possibilità di avere un impatto sul mondo“, ha affermato Pichai.

Grazie a loro, abbiamo una missione senza tempo, valori duraturi e una cultura di collaborazione che ci rende entusiasti di venire a lavorare ogni giorno. L’azienda ha una base solida su cui continueremo a lavorare e a d investire risorse. Non vedo l’ora di vedere dove andremo e non vediamo l’ora di continuare il viaggio con tutti voi.”.

Questa mossa strategica rappresenta il più significativo passo in avanti nella leadership di Google sin dal suo inizio.

È la prima volta che il dinamico duo Brin-Page non ricoprirà importanti ruoli di gestione nella società da loro stessi fondata.

Il “volto pubblico” dell’azienda è il signor Pichai e, in misura minore, l’amministratore delegato di YouTube Susan Wojcicki.

Se apparentemente la coppia di Founders abbandona i compiti di gestione, bisogna ricordare che continueranno a detenere e a controllare il 51% dei diritti di voto nel consiglio di Alphabet.

Gli stessi hanno paragonato il loro nuovo ruolo all’essere “genitori orgogliosi” dell’azienda.

"<yoastmark

Sundar Pichai, il nuovo CEO di Alphabet Google

Il 47enne ha affermato che la coppia ha creato una solida azienda digitale destinata a crescere nel tempo.

In Google entrò nel 2004 e nel 2013 fu messo a capo di Android, il sistema operativo per dispositivi mobili.

L’anno seguente si occupò di alcune importanti aree di Google (la ricerca, le mappe, le pubblicità e Google Plus, che ora non esiste più). Nel 2015, quando fu creata Alphabet, Page e Brin lasciarono la guida di tutta Google a Pichai.

Adesso continuerà a mantenere anche questo ruolo e sarà a capo di una delle più potenti e influenti aziende al mondo.

La struttura societaria di Alphabet comprende il motore di ricerca Google, il canale di video YouTube, Google Capital, impegnata nel private equity, Google Ventures, Google X, che sperimenta auto che si guidano in autonomia, Calico, Google Fiber, impegnata nelle connessioni Internet ultra-veloci e Nest, nei termostati “smart”.